Riflessione su Luca Attanasio

Sicuramente la notizia dell’assassinio del giovane ambasciatore Luca Attanasio, insieme al carabiniere della scorta e dell’autista, ha scosso i cuori di tutti noi.

Ma chi era Luca Attanasio. Laureato alla Bocconi si è fatto strada nel campo della diplomazia. Un uomo che ha vissuto il suo lavoro come vocazione e missione. Impegnato, da ragazzo e da giovane, nell’oratorio della sua parrocchia di Limbiate (MB), ha avuto sempre nel cuore l’aiuto verso gli altri. Chi accoglie Gesù nella propria vita si mette totalmente a servizio dell’altro cercando di fare anche del proprio lavoro una scelta di vita, una vocazione.

La sua storia mi ha colpito particolarmente, perché è un cristiano come tanti cristiani che, nonostante fosse realizzato professionalmente, non ha perso di vista l’essenziale della vita, Gesù Cristo che è tutto.

Per questo credo che l’esempio che possiamo prendere dalla storia di Luca Attanasio sia quello di scegliere Cristo come centro della nostra vita e fare le nostre scelte di conseguenza, soprattutto facendo agire Lui dentro di noi con il Suo Santo Spirito.

Tutto per Cristo, con Cristo e in Cristo.

P. Aurelio D’Intino, C.P.

Stampa articolo